THE BLOG

28
Mag

Oracolo

Lotta per amore della verità,
lotta per amore della giustizia,
lotta per amore della meritocrazia,
lotta per amore dell’alba che nasce!
Una falconiera bacia tranquillamente il suo falco regale il cui volo accarezza la purezza del sole.
Per amore della vita, togliamo la vita ai controsensi pesanti, la natura giustizierà gli autori colpevoli di appestanti pazzie finanziarie-economiche.
Alito dell’universo salva almeno lo sguardo dei bambini sono il tuo futuro.
Una donna, un uomo, un sogno.

Piergiovanni Vitalini scritta all’Alba 28/05/13

23
Mag

La notte sfiorando Roma

Un treno notturno ha lasciato le rotaie e va per la sua strada.
L’arcobaleno della notte crea solo monocromatiche sfumature rosse.
Questa notte la luna aspira a fare il sole, ma un semplice batuffolo di nube ha ridato voce al buio.
La melodia dell’ormai insignificante inno passato a mezzanotte sulla radio stanca di essere italiana, crea disagio nelle orecchie della mente per bene, la bellezza dell’immagine che sognerai ti farà abbracciare il futuro di domani.
Nei pressi di Roma il rumore lasciato dal galoppo dei mitici cavalieri di Cesare si annusa ancora tra le fronde della siepe millenaria, anche la gloriosa storia fa parte del tuo futuro.
Solo vetri rotti hanno pervaso i cervelli dei giorni appena passati, ma la saggezza dell’infinito renderà onore al lavoro plasmato da mirabili mani artigiane.

Vitalini Piergiovanni notte tra il 23 e 24 maggio viaggiando in macchina accanto a Roma.

Inviato da Piero Vitalini Forza Giovane.

10
Mag

Buoni pensieri per noi stessi

Se non stai bene con la vita avrai problemi anche in paradiso, se stai bene con la vita in te, ogni luogo ti affascinerà!

10/05/13 messaggio di studentessa Iraniana accademia moda di Brera Milano, messa in poesia da Piergiovanni Vitalini.

09
Mag

Tendenze moda canalizzanti, antibiotici ormai inefficaci

Non si incolla più la fatica della strada all’arroganza del lusso della finanza idiotrice.
Non c’è più tregua tra i due mondi.
Oggi le mani dei figli che vestono musica dark rock urlano:
poca tranquillità in occidente e molta rabbia.
Crescono le voglie di nuovo che si percepiscono dietro la nebbia dei sensi.
Il futuro arriva sempre, il domani ci sarà sempre, con o senza di loro.
Mormorio di lucciole ormai estinte dalla chimica umanoide, ci ricordano, che la luce dell’universo è eterna per tutti quelli che la guardano.

Vitalini Piergiovanni, Novara, sera del 09/05/13.

05
Mag

New York il giorno dopo del 04/05/13

Manhattan solo acciaio vetri cemento e duro asfalto, ho voglia di terra morbida sotto i piedi, voglio annusare il mormorio del verde della vera boscaglia, cerco la fata dei desideri rimasti ancorati alla fantasia di un bambino che vive giocando nell’età adulta.
Voglio accarezzare l’erba di Attila
e il marmo di Michelangelo.
Manhattan boscaglia di grattacieli,
l’alba sorge fra questi ciclopi,
nati per imbrigliare luci di giganteschi schermi che sputano spazzatura, gareggiando con la visibilità del sole.
New York e’ anche williamsburg,
altro sangue,
colorato di gente nata dal pane duro masticato dai padri.
Il negro fa’ il caffè ballando con la passione del tempo, e’ l’espresso delle divinità.
Qui ancora il tempo comanda al tempo il suo valore.
Una ragazza porta sulla vecchia Triumph la fantasia di un bambino vissuto.
E’ la voglia:
di una manciata di terra tra le mani,
di un pesante martello che batte collane da forchette vissute, di vecchie fabbriche da resuscitare al lavoro dal sudore di orgogliosi operai, sono loro che mi fanno sognare il futuro.
Anche se il robot cresce sempre più perfetto come profetizzato dalle fantascienze, le sue mani avranno sempre bisogno di stringere terra fra le dita, non c’è futuro senza legame con il passato essi sono imprescindibili, come i vuoti e i pieni, come la luce e il buio,
come l’energia e l’encefalogramma piatto.
Lo spirito del bambino giocherellone può tranquillamente perdere l’aereo, per scrivere la tua poesia New York, sei unica crocevia di genti dal pianeta terra, che mischia vorticosamente in un’enorme tegame le vite di tutti quelli che vogliono rimanere nel tuo impasto di magica sirena.

Vitalini Piergiovanni 05/05/13
Francoforte in attesa del secondo aereo perso.