THE BLOG

31
Ago

IL MARE HA BORBOTTATO

Senza titolo-1

Il mare ha borbottato: tornerai fra mille anni.
Perché? Nessuno ora lo sa. Però nel mare non c’è corruzione, solo corrosione al cambiamento meritocratico per il futuro.
Perché sono fatto di acqua? Perché ho bisogno del sangue per vivere?
Essere umano pensa, il pensiero allunga la vita, rifletti, esci dal cinismo di quella cosa di scambio che ti sei inventato: la moneta che distrugge cancerogena la mente umana.
Se l’ottimismo ti guarda, la luce del futuro ti sorride.

Piero Forza Giovane Fano 30.08.15 ore 13.30

16
Ago

COLORI DELLE PAROLE

luce-tra-le-nuvole

I colori delle parole che invitano alla condivisione con la serenità che è la legge più naturale dentro di noi, sono vivi.
Garibaldi Giuseppe è affascinato dal rosso di passione delle sue camicie che hanno combattuto per il germe dell’ideale, riscopriamo i suoi eroici insegnamenti, sono colori di parole vitali.
Splendono i colori della musica nell’arte di vivere il ritmo delle fate e dei nani.
Il temporale in arrivo è, da quando l’uomo ha formato il suo DNA che lo vede, ma forse per questo ogni volta l’evento incute incognito timore, per ora difficilmente potrà controllarne la potenza in differenti esiti devastanti.
Chi è quel putto nero carico sulle spalle di nera conoscenza che si sta avvicinando in groppa al temporale? A chi la consegna?
La schiera di fate alate di luce sono oltre il mondo portavoce di formule colorate per i miti.
Perché l’Universo rilascia le conoscenze all’uomo con il contagocce, perché l’uomo si deve sudare le conoscenze ed esse esistono già tutte nell’energia dell’Universo? Perché l’Universo le da solo a pochissimi e la massa ne vive di ricaduta? Quali sono le chiavi d’accesso? La sensibilità la meritocrazia la fantasia la creatività la serenità la passione, forse…….
“Ci sono uomini profondamente convinti che andare oltre la normale percezione della realtà sia la reazione più naturale a quel fenomeno misterioso che chiamiamo vita” parole di una ragazza che si fa chiamare Psyzoo.
Sprono con musiche messaggere ad andare oltre la pioggia a volere i colori dell’arcobaleno che gridano parole di riscossa. Quante immagini si possono creare nella tua fantasia, chiudi gli occhi della materia ed apriti ai colori della libertà!
Piero Forza Giovane, iniziata la sera del 14.08.15 in un piccolo borgo marchigiano Cartoceto e finita il 16.08.15 alle ore 19.25 nella mia officina di idee di Fano.

08
Ago

IL LAVORO È UNO STRUMENTO DI DIGNITÀ

westminster

Odio i cessi dei dipendenti pubblici,
ogni volta che tirano la catenella bruciano milioni di euro fregati dalle nostre tasche con tasse inique.
Odio i cessi dei dipendenti pubblici stanno arrivando al cinismo delle “SS naziste”.
Noi uomini e donne che facciamo un vero lavoro con passione e sacrificio, non possiamo essere sbeffeggiati e violentati dai cessi dei dipendenti pubblici; il nostro vero lavoro privato è al servizio della crescita della collettività.
IL LAVORO È UNO STRUMENTO DI DIGNITÀ, parole che racchiudono tutti i concetti che si possono scrivere sul lavoro.
Dobbiamo cominciare a fare emergere prepotentemente la nuova mentalità, che le persone devono fare un lavoro necessario per la collettività, non viverne a carico.
L’assurda mentalità del dipendente pubblico è di aver fatto una scelta di vita senza stress inefficiente inutile, pagata da noi privati lavoratori ingiustamente e considerano noi che lavoriamo nel privato di aver fatto quella scelta di vita solo per fare soldi, cosa assolutamente sbagliata nella situazione di degrado fiscale burocratico economico sociale italiano.
Elimina la voce del padrone, padrone vecchia parola che indica contrapposizione, dai vita all’urlo dell’imprenditore guerriero del lavoro che guida una impresa di persone pensanti nella pericolosa giungla del mercato globale di oggi.
(“Soluzione finale senza violenza:
Unica via di salvezza è vendere l’Italia in blocco alla mitica Inghilterra, e farci governare immediatamente dagli inglesi, sicuramente sarebbero più onesti dei politici italiani amministratori e dipendenti pubblici, degradati dalla violenta corruzione, cinismo spietato ed egoismo feroce, capaci solo di massacrarci di tasse imposte iva bolli, accise pazzesche sui carburanti, tasse strozzine sulla casa e proprietà, contributi a perdere sul lavoro. Voglio pagare le sue eque tasse alla regina d’Inghilterra e avere i servizi e l’efficienza meritocratica delle sue istituzioni.”)
Al castello di Gradara si ascolta il soffio del drago che vi abita da sempre, un mago scozzese stilista del celtico mi indica la sua luce, il drago si sta risvegliando dalla ricerca di buon senso, il drago titanico è il guardiano del lavoro dignità dell’uomo.
Scopri come gli occhi non bastano per guardare, ci vuole anche l’anima;
scopri che le orecchie non bastano per sentire, ci vuole anche il sentimento;
scopri che le persone non bastano per vivere, ci vuole anche il merito, non fermarti mai corri sempre l’ultimo miglio con qualsiasi mezzo che l’universo ti mette a disposizione.
Piero Forza Giovane, finita al castello di Gradara il 08.08.15 alle ore 23.11

05
Ago

I guerrieri del lavoro.

i guerrieri del lavoro

I tuoi diritti non devono ledere i miei doveri.
Io non devo lavorare a tutti i costi anche per te sfaticato disonesto approfittatore, il tuo diritto alle vacanze non è il mio dovere di pagartele.
Lasciamo in mano ai guerrieri del lavoro le armi per creare benessere per il vero popolo meritocratico.
I guerrieri del lavoro con le loro armature di passione dedizione creatività devono tornare a guidare la nazione.
Che sprofondi negli inferi della morte colui che continua a mettere tasse in nome di una finta ecologia, e buonismo cancerogeno, stanno riesumando tasse di enti parassiti solo per proselitismo politico di sanguisughe pubbliche.
È fallito il sistema produttivo scadente di bassa quantità deperibili a basso costo ed alto consumismo, l’ecologia è tornare alla alta qualità dei prodotti che durino nel tempo a km zero, ridare valore ai prodotti che possono rimanere in vita anni, ammazziamo gli inventori della rottamazione sono al servizio del cancro economico.
Rinchiudiamo nel giusto recinto i fraudolenti speculatori della finanza cancerogena.
Purtroppo consumismo fa rima con capitalismo comunismo buonismo. Il teilorismo è stata la più deprecabile cancerogena invenzione per distruggere il mondo, è stata la madre del consumismo, la decapitazione del valore umano, la distruzione della natura.
Che la meritocrazia della qualità torni a insegnare a vivere ad un’umanità sull’orlo di una grossa catastrofe.
Audacia saggezza ardimento, audacia e sofia, leggeteci il messaggio speciale che avete percepito dall’universo e avete saputo mirabilmente fissare su un tessuto.
Ci comunica dove possiamo spingerci, basta volerlo. Siamo pochi a capirlo.
Il cambiamento è inarrestabile, avverrà a spese di tutti gli ingordi parassiti.
Ci sarà pure qualcuno che vede in questo il nuovo per l’equo progresso futuro!
Ci sarà pure qualcuno disposto a unirsi per combattere in nome della libertà meritocratica!
Il corso del gene di Robin hood è come quello di una cometa, trasformerà il suo DNA in vita, il suo alito viene dalla foresta dell’isola del nord, alleiamoci!

Piero Forza Giovane, finita il 05.08.15 alla Vecchia Pieve di Monterchi con il sole che mi tramontava sugli occhi.