12
Giu

BRUCIANO GLI ALTARI

Bruciano gli altari di re intorpiditi di droghe senza illusioni.
Il mare ormai restituisce solo grezze geometrie di parole inadatte ad ogni incontro.
Che ora è l’anno 2000?
Nessun secolo sarà peggio del precedente perché ogni religione resetta l’ideologia.
Che poco conto hanno le masse, purtroppo, nella bilancia del caso.
Bruciano gli altari senza ideali, e migrano tra nuove masse di gente affamata.
Perché quelle ingordigie di mostri senza credo continuano a craccare vittime umane solo per immolarle al verdetto del dio denaro, bruciano i suoi altari, acre odore di catrame, acre odore di farmaci, acre odore di televisioni…..
Un milione di fili d’erba aspettano la notte per lo sguardo delle stelle, e la maestosità della quercia sorride alla luna.
Chi ha diritto di utilizzare l’amore?
Ho meditato sotto la grande quercia del mio credo con gli occhi dentro le sue enormi radici della vita e la spada verso l’infinito.
Brucio gli altari delle illusioni e sogno la realtà del nostro io con lei.

Vitalini Piergiovanni Forza Giovane, finita il 08.06.14 a Chiuduno al festival “Lo spirito del pianeta”