02
Giu

In memoria di Einstein. Sensazioni per gli scienziati e per i visionari registi di film

Nuova fantascienza:
gli alieni siamo noi,
siamo noi che andremo nella diversa civiltà di Marte e la inquineremo.
Marte è abitata, vite basate su altre funzioni vitali, sull’energia, completamente differente, diverse intelligenze che muovono masse di materia.
Si basano su equilibri di usi millenari immutati.
L’arrivo dell’uomo stravolgerà il loro stato e li degraderà velocemente.
Uomo non cercare acqua su altri pianeti, ma delle vite interamente nuove rispetto alla nostra.
Scienziati volete andare verso la vita nell’universo andate a cercare l’energia pura.
Scienziati aprite le menti, ogni pianeta potrebbe aver sviluppato una sua forma di vita che si basa su principi fasi evoluzioni a noi sconosciute, vita che non ha niente a che vedere con la nostra.
Scienziati la vera legge dell’universo è la meritocrazia, se valutate bene, nell’evoluzione va avanti sempre il migliore, la forza più forte vince, la selezione è giusta.
Siamo noi gli extraterrestri che distruggiamo la terra.
La grande differenza degli uomini che hanno una sporca coscienza a guidarne le scelte, del bene e del male, del positivo e del negativo, del bello e del brutto, della costruzione e della distribuzione, dell’amore e dell’odio.
Un giorno rincontrerò le grandi sensazioni che mi vengono donate.
In memoria di Einstein,
l’uomo che ha usato gli occhi della conoscenza curiosa del bambinoadulto che ama le novità e odia le regole, l’uomo che si è avvicinato di più a DIO e alla verità.

Vitalini Piergiovanni, domenica 02/06/13 dopo 12 ore di riposo.

Comments ( 0 )