16
Dic

Sogno il paradiso del sole

Un pupazzo di cartone riciclato,
ha inclinato paurosamente la vita sospesa sul suo piedistallo di terra imbrattata.
Voglio salire tra le braccia del futuro.
Io non sono d’accordo di morire nel genocidio culturale.
La vecchia cascina non ha finito di parlare con il vento, le sue pietre sono ancora piene di saggezza, nessuno potrà mai abbatterla legalmente.
L’intossicante pubblicità invadente di sterili informazioni cancerogene per i libri di filosofia, si seccherà.
Grandi Note di musica libera, armate di spade solari ti proteggeranno, e i paradossi diventeranno giochi per bambini.
Il paradiso del sole sarà il guardiano garante della vita.

Vitalini Piergiovanni 16/12/12 in macchina per Parigi.

Comments ( 0 )