10
Ago

LE STELLE E IL MARE

Ho sognato i loro abbracci.
Il mare è figlio delle stelle, ci racconta le loro musiche.
I compositori più sublimi sanno che le note sono le parole del cielo.
Le melodie dell’uomo sono il ricordo di visioni sognate nell’eterno equilibrio di ogni cambiamento: amore, costruzione, lavoro, odio, guerra, bacio, corsa, respiro……
Odo il colore del buio, solo i bambini che non hanno età, non nè hanno paura.
Forse dio è l’equilibrio, ogni situazione crea un nuovo equilibrio assoluto,  allora dio è eterno.
Immagino comprendo sogno ammiro,
mi sembra di decidere ma seguo una  strada come tutti, posso solo attraverso un attimo per il prossimo attimo, sperando sempre che c’è ne sia un altro, con avidità penso che mi devono dare tanti attimi.
Con umiltà devo imparare ad ascoltare un bambino che non è stato ancora sporcato di uomo.
Il nono lupo bambino alato di epica vola tra l’energia per terminare l’obbiettivo che il corso delle forze gli ha deliberato, comanda la nona legione di lupi bambini che sconfiggerà tutte le assurdità dei soldati mercenari di un potere finanziario gigante dai piedi di sabbia, stoccandoli disarmati  in cisterne di petrolio.
La luce delle stelle di giorno e di notte  vigila e protegge la libertà.

Vitalini Piergiovanni Forza Giovane, Fano 10.08.14.